+39 049 2276 410 info@veneco.it

Parco Agrisolare

Chi sono i soggetti beneficiari e come vengono indirizzati i fondi?

Potranno usufruire dei contributi gli imprenditori agricoli, le imprese agroindustriali e le cooperative agricole.

Per gli interventi sono stati destinati dal PNRR 1.500 milioni di euro, così ripartiti:

  • 200 milioni di euro sono rivolti alla realizzazione degli interventi compiuti dalle aziende agricole attive nel settore della produzione agricola primaria;
  • 150 milioni di euro sono indirizzati a finanziare gli interventi nel settore della trasformazione di prodotti agricoli;
  • 150 milioni di euro sono stati riservati al settore della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli.

Quali opere possono essere eseguite?

Si prevede la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo, inoltre è possibile abbinare a questo intervento anche:

  • rimozione e smaltimento dell’amianto dai tetti;
  • isolamento termico dei tetti;
  • realizzazione di un sistema di aerazione.

Per poter usufruire del contributo, l’impianto fotovoltaico dovrà essere di nuova costruzione e dovrà avere una potenza nominale compresa tra i 6 kWp e i 500 kWp.

Si può accedere al bando anche per potenziare un impianto già esistente, in questo caso il contributo verrà definito esclusivamente in base ai costi per la realizzazione della nuova sezione. Sono ammessi ai contributi esclusivamente i progetti per la realizzazione di impianti solari la cui energia prodotta sarà destinata a soddisfare il fabbisogno energetico dell’azienda agricola.

 Quali sono le spese ammissibili?

Per ogni singola proposta che perverrà per gli interventi di riqualificazione e efficientamento energetico, compresi anche gli interventi complementari, la spesa massima ammissibile non potrà superare l’ammontare di 750.000€.

  1. Per l’impianto fotovoltaico possono rientrare nel contributo le seguenti voci di spesa:
  • l’installazione e acquisto dei componenti che costituiscono l’impianto fotovoltaico da realizzare (i moduli fotovoltaici, gli inverter, i software di gestione, la componentistica necessaria al funzionamento dell’impianto);
  • l’approntamento cantiere e direzione lavori;
  • la fornitura e posa in opera di materiali utilizzati per la realizzazione dei lavori edilizi e murari, gli adeguamenti impiantistici e le attrezzature di supporto per la corretta installazione e funzionalità dell’impianto nel rispetto delle normative vigenti;
  • le spese per lo svolgimento di adempimenti verso i soggetti competenti per la connessione e l’esercizio dell’impianto fotovoltaico alla rete elettrica, tra queste rientrano gli importi da corrispondere al Gestore di Rete territorialmente competente, gli eventuali oneri per l’adeguamento dell’infrastruttura di rete eventualmente necessario, l’assolvimento degli obblighi fiscali, se previsti dalla norma, altri oneri necessari.
  1. Per l’installazione del sistema di accumulo sono ammissibili:
  • acquisto e installazione di batterie di accumulatori;
  • acquisto e installazione dei dispositivi di gestione,
  • acquisto di licenze e logiche di funzionamento (software)

Inoltre sarà possibile utilizzare i contributi anche per l’installazione di sistemi di ricarica per la mobilità sostenibile.

Quali sono le modalità e tempistiche di presentazione delle domande?

Le domande di accesso dovranno essere presentate durante la fase progettuale con l’invio della proposta direttamente dal portale messo a disposizione dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. (GSE) accessibile dall’area clienti.

Il caricamento delle richieste sarà possibile dalle ore 12:00 del 27 settembre fino alle ore 12:00 del 27 ottobre 2022. Le agevolazioni verranno concesse mediante una procedura a sportello sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Richiedi un preventivo gratuito